Taut Editori Milano - P.I. 11104500969

Laboratorio online di scritture e altre discipline

  • Redazione

Yin Xiaoyuan (殷晓媛 in cinese) è poetessa e scrittrice. È direttrice della Scuola di Poesia Enciclopedica e del Laboratorio di scrittura creativa e arte. È membro dell’Associazione degli Scrittori di Cina, dell’Associazione dei Traduttori, nonché dell’Istituto di Poesia. Ha pubblicato diverse raccolte, tra le quali Ricordi effimeri, Oltre Tzolk’in e Agente inseminatore di nubi. Le sue poesie sono state tradotte in spagnolo e inglese. Ha tradotto diversi autori di Stati Uniti, Regno Unito, Spagna, Giappone e America Latina.

I suoi testi, depistanti e esotici per l’andamento litanico, trattano temi anche astratti con la concretezza di continui riferimenti naturali e scientifici. I linguaggi tecnici si piegano alle necessità del verso e la fantasia conduce la cadenza verso l’ipermetro e il prosimetro.

La complessità della lingua cinese e la sua distanza dalla nostra rende ancora più appassionante il viaggio. A tratti la lingua sembra cercare espressione eliminando snodi innecessari e affidandosi al ritmo, memore della lezione di classici come Catullo. Una poesia cosmica e sapienziale, che però sottende un’ironica prospettiva sul mondo, né materialista né tanto meno spirituale. Nel suo canto la poetessa sembra conservare la dimensione originaria della poesia cinese innestando però una narrazione disillusa e scientifica, che ritrova nell’origine naturale un punto di quiete. I testi che proponiamo provengono da una rassegna trilingue cinese-inglese-spagnola.

Alberto Pellegatta



CORRENTE ALTERNA, TURBOLENTA O SERENA

Sulla spiaggia hai chiesto all’uomo dalla giacca a vento grigia:

Come definisci la volontà?

Con il dito disegna un’onda sinoidale sulla sabbia, poi la cancella

con le onde al suo comando. Un tappo d’aceto e borbottanti calorie

di vegetali nello stomaco, mentre girano e bruciano, ti sembrano

serpenti che scivolano verso qualche retro. Stanotte, quando torni a casa,

si ripete la scena: lei non vuole lasciarti

e suonare il violino, bagnato di pioggia. «Allontanati, chiaro?

Solo una delle corde è il grado zero ma non puoi dire quale!»

Lei sorrise in maniera curiosa

e corse su per le scale. La corda che si rompe durante l’azione

se la trascina dietro, grossa come una fune da rimorchio. Confusa, lì immobile,

hai lanciato una moneta nell’aria, e l’hai ascoltata

risuonare rapidamente, a ritmi forti e deboli alternati.

Un acquazzone e un diluvio straripano in diverse direzioni.

Servono quattordici giorni per asciugarti le reti, e cancellare

tutta l’informazione sul livello dell’acqua. Rilievi, temperatura, luce da sopra

e la tua mascolinità, che si rovescerà come un cappotto

dall’altra parte del globo.

*

FORZA CENTRIPETA

La città, nella distante giungla dorata di una magnifica sera,

ora irradiando luce, ora scivolando

sottozero. Un cammino costiero sui tratti delicati del tramonto è un simbolo

del trascorrere del tempo. Minatori in cotone o lino

passavano, cesti al fianco,

scoprendo denti di una gradazione betulla. Le ruote cigolano

sotto di te odorano di zeffiro, come tori in

un campo di mais.

Una noce di burro e una boccetta d’olio d’albero del the

è ciò che avevi in tasca per placare gli assi burloni,

sbattendo la sabbia da tutte le cose

dai tuoi guanti di cuoio. «I suoi gioielli e i suoi sguardi sono vecchi come

le radici degli alberi di Banyan. Attraverso il buco del verme comunica con la città

da trecento anni...». Cantavano strane canzoni.

Ti trovavi immobile. Le foglie cadute facevano mulinello

mentre rallentavi, inclinandoti lateralmente,

diventando una farfalla di fuoco che va in guerra,

e sei riuscita a fermarla prima del precipizio

prima che caschi in aria.

*

DUALITÁ ONDA PARTICELLA PER L’ESISTENZA

Gli alberi Sangue di Drago, sommersi nella profondità della sempre fumigante luminosità del tramonto, tendono il loro grande arco contro la terra incolta.

Li circondano nastri di luce. Le loro foglie aghiformi hanno brillantezza e oscurità come travestimento. Rose del deserto, steli a forma di vaso, fiori vermigli sommersi nel sole

si fondono in

grandi e capricciose nubi. Avevi pensato di accorciare il tempo

- il cammino più corto, evitando le spine, i bordi affilati

e il peso uniforme delle tue linee di corrente. Adesso, la luce del sole a grappoli salta in tutte le direzioni

come fanno i pescispada. Sono le piante aromatiche, robuste e tolleranti alla siccità quelle che si dividono il carico costante sulla terra quando cammini. Un viaggio lungo e eterno

dovresti rallentare; da lineare a punti.

Momenti di isolamento

un lampo negli occhi degli uccelli marini. Quando spacchetti la tua vita intera sulla costa, come nevischio mosso dal vento,

si alzeranno

spume e bolle

dal centro del mare

e spazzerà i tuoi piedi come gli eliotropi.

Anche tu sei una particella, rotonda, intera,

identica a quelle che stanno nella pietra calcarea, sotto cui

la caralluma rosso sangue

esplode nelle ondulazioni delle voci

del creatore.

*

LA PARTICELLA DIVINA, O UNA CUCCHIAIATA DI ELEMENTI SCONOSCIUTI

Definita come un midollo di forme, la materia inevitabilmente funzionerà come

una fonte di luce, proiettando il suo influsso sui devoti

che serpeggiano nel deserto.

Un universo inondato da gluoni, fotoni e mesoni -

prima che questo extraterrestre dalla testa di mantide in qualche modo con un quark

emerga. Una profusione di sostanze esercita una forza gravitazionale

sull’oceano tridimensionale dell’esistenza. «Dalla Teoria delle Corde, 11 dimensioni

sono comparse, mentre sotto le cellule dell’iride nell’occhio

il suo nome continua a essere un mistero fatto di immagini specchiate e morbide nubi».

In questo spazio-tempo, particelle con nuclei duri e anelli brillanti, cavità e strutture di globuli rossi proliferano come aneliti. 61 particelle elementari,

con ombre emisferiche, sferiche, biconcave e persino catenoidi,

una cucchiaiata è troppo, da quando le opinioni sulla carica del colore

le fa litigare, rimangono ai bordi,

fino a essere catalizzate da Dio – nello stesso modo in cui le anime si combinano con i corpi,

sono benedette dalla gravità e dalla velocità.

*

MATERIA E ENERGIA

Nella cornice di un giorno triste hai deciso di ripiegare

il tuo essere traslucido. I raggi devono essere interrotti

prima che si attivino le dorate semenze del sesamo.

Con le tue parallele, sei stato messo in un gas a forma di ventaglio

come una splendida distrazione. Alcune parti una volta piegate

sono sbucate dall’altro lato, mentre i sussurri che risuonavano in una cavità

hanno preso la forma di un fenomeno atmosferico

attraverso la bombata tela dello spazio-tempo. Una moltitudine di sostanze

ha spento la sua ombra dentro al nucleo. «La materia non è altro che il super-insieme di

fonti e obbiettivi, i suoi vincoli si estinguono cronologicamente

e formano una colonia, aghi danzanti

calamitati. Adesso sei un bozzolo la cui seta

galleggia nello spazio. Quanto più ti avvicini alla velocità della luce

tanto più ti avvicinerai al bordo della scomparsa.


*

喧哗或隐秘的交流电

你问沙滩上披灰蓝大衣的人:何谓意志?

他在沙上,用手指画下正弦波形,旋即用波浪

抹去。一小瓶盖醋,和蔬果的若干卡路里

在你胸腔内吐出火舌,此时你转过身躯

正好看到蛇在遁逃。昨夜,在回家路上

那个女人仍然拒绝你,触碰她手中

滴着雨的小提琴。“别动,懂吗?只有一条

是零线,但你是分辨不出来的。”她诡异地笑着

跑上了楼。那条演出中断掉的弦

拖在身后很远,粗如纤绳。你很困惑,你站在楼下

把手中的那个铜币弹向半空,听到它

急速旋转的嗡嗡声,弱拍与强拍

彼此交替。下雨和涨潮,只是方向不同的泛滥。

你们需要十四天翻晒帆布渔网,把水

归零。山形、气温、来自高处的光亮

和你的男性气质。到了地球另一头

你就把它们翻过来穿。

*

向心力

城远在夕阳之中,黄金丛林

时而燃烧,时而和它吸附的恒星冰核

一同滑下零度。近处,鱼肚白的海岸公路

代表流逝。你看见掘矿的土著

身穿五色棉麻,露出桦木色牙齿

沿岸边提筐行走。微凉的光线中

你的摩托双轮喑鸣,静默的公牛踏过

无边麦田。你有一小块黄油一小瓶茶树油

令哑然失笑的轮轴平静下来,匍匐在八月的倒影中

忘记里程,或去掉手套背上,万物分泌的

尘埃。“那个姑娘有榕树一样古老的

首饰和目光,她看到遥远星云中心的空洞

有这座城三百年前的形状……”他们歌声古怪

从你身边绕过。你看到自己的静止。车轮带着簌簌声

苏醒,而她不在后座。落叶里

你压低车身,在转弯处,向内缓缓倾斜成

一只等待殉道之蝶。你看到路把你

从悬崖边拉回,如收回秋风里

一匹马扬起的前蹄。

*

生存之波粒二象性

暮色源源不绝、无法燃尽,索科特拉龙血树

擎起玫红色伞盖,在荒芜之土上

缠满日光茧丝屹立。白颊鸟在日月交叠间

出没,天空是最后的炉膛,古根如瓶的沙漠玫瑰树

向天而祭,熔炼掉它们如云彩般

盛大的花朵。你本以锐利的直线路径

穿过时光,削掉自身刺与边缘,甚至减去

流线的重量。日光从四个方向跃起与你碰撞

如你未曾目睹的奇异鱼类。但那些粗壮光滑如臂膀的

芳香植物说:他们能挽起你在大地上

行走的重量。旅途永恒而悠长,可以

慢些赶赴。看那些沿着石矶漫步的海鸟,它们有

安于曲线的瞳仁,和一颗遗世独立之心。

你在岸边,松开自己如解开层层包裹,大洋之上

白沫如涌起自地心的霰雪,跌落脚边

冲洗成片的鸡血石。你也是圆润的微粒,如组成

那些石灰岩的一样,在它们顶上,如血的

米什哈希尔之花,如远古神灵之声

绽开。

*

上帝粒子,或一茶匙未知元素

质量为形体之髓,最初纤弱如肥皂膜

而终必执光源之牛耳。匍匐人群

白袍曳地,在贯穿沙漠的途中

一直保持双手如木棉落瓣,被风惊起又走向

另一种平躺。胶子、光子、介子——

这个镶嵌2个夸克、如螳螂头颅的

异端粒子。丰沃的物质是轮廓逐渐分明

从二维走向三维的大洋。 “弦理论透视至宇宙的11维

而在尚未点亮的复眼里,它不过是

镜像与网状絮状物的庞然载体。”这一时空里,

带有硬核与亮环、带有空洞与红细胞结构的

粒子,像肆意爬行的环节动物

充斥声与光预留的空间。61种粒子,61种从点

到线、扇面、半圆到饱满球体,或饼状链条状

瞳孔状,乖张的基本粒子。一茶匙已经太多

而且过于悠久,红蓝绿色荷的内讧

令他们中一些貌合神离。它们的暗影出现在

边缘,直到上帝粒子催发它们,照魂魄的形态

生成躯体,伴随以重力与速度

*

质与能

在阴天的参考系里,你脱离琉璃样浅水

把自己折起来,作为银色细沙中

一朵静止的绢花。光应该被阻断,在它激发你体内

密集的黄金芝麻之前,你与其它物体

在中子星或树枝状星云中,被种植、

吐蕊、结金属果,这不过是障眼游戏,

叠进去的部分从别处长出,如同神在这空洞里

留下的话音,被解密为另一空间的

气象。摊开仍是柔软的方形。在最靠近光源的上兜

能听到最早的昭告。物质如此拥挤,

无数影子穿插着横睡体内,如你古典派的祖先

和来自时光之末的形体。或疏或密

但天衣无缝。“质量就是多个本体和喻体之总集,

在设定的时间中,它们按事件顺序飞出去

连成一线,如同绣花针

被磁场所驱使。”你像茧被抽为真空,狂暴的丝

漂在太空,越接近光速,越稀薄得

几乎消失。

12 visualizzazioniScrivi un commento